GRUPPO DI RICERCA

La nostra didattica è frutto operativo di un gruppo di ricerca multidisciplinare, che ha raggiunto risultati sorprendenti nel giro di pochi anni, molti nostri modelli di architettura e di urbanistica sono diventati standard progettuali.

I cui componenti* sono:

Arch. Michele Giuliani coordinatore 

Arch. Ph. Romina D’Ascanio

Arch. Atie Dibae

Arch. Serena Di Vincenzo

Arch. Letizia Faieta

Arch. Annalisa Maroni

Arch. Mauro Reali

Dott. Leonardo Servadio

*in ordine alfabetico

Inoltre si avvale di consulenze del mondo accademico e di studi professionali internazionali.

Decine di neolaureati ogni giorno operano per verificare e migliorare i nostri modelli.

CAMPO DI RICERCA

Sviluppo di modelli di architettura e urbanistici, tecnologia dell’architettura, pianificazione urbanistica, semplificazione quadro normativo, letteratura giuridica,  modelli didattici innovativi.

QUALITÀ DELLA RICERCA

La nostra qualità nella ricerca è testimoniata dalla stretta collaborazione con la GRAFILL Editoria Tecnica , casa editrice leader in Italia con prodotti innovativi sempre aggiornati con la normativa e le nuove tecnologie. Il rigore scientifico e la qualità degli autori, l’elevata cura estetica della produzione e la grande attenzione agli sviluppi tecnologici hanno negli anni condotto la GRAFILL a ottimi riconoscimenti da parte del pubblico. Inoltre    edita   Lavori Pubblici, periodico mensile di informazione tecnica, e l’omonimo sito LavoriPubblici.it, portale che garantisce un’informazione completa in tempo reale.

Inoltre l’implementazione  di un testo e di diverse piattaforme online sono testimonianza di un’attività scientifica continuamente revisionata

 

DOMUS EUROPA – Centro Studi di Geocultura è iscritta all’ Anagrafe Nazionale delle Ricerche quale società di ricerca scientifica e tecnologica dal 12 Agosto 2015, con il numero identificativo CAR 61927HTF. L’Anagrafe si configura come strumento di supporto alla valutazione di progetti di ricerca e alla programmazione di nuove iniziative e interventi a sostegno della ricerca. Lo strumento è predisposto e coordinato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.