BLOG

316

Il tema Urbanistica nell’ambito della prima  prova d’esame non è presente in tutte le sedi d’Italia.

Tuttavia ci sono sedi che la traccia di urbanistica è frequente.

Il quesito che pone è il progetto di un piano attuativo: Piano di Lottizzazione Convenzionato, Piano di Insediamento Produttivo, Piano di Edilizia Economica Popolare..

Non è vero che il tema Urbanistico sia più facile, ci vuole molta dedizione intellettiva, una dedizione che verrà premiata durante lo svolgimento del tema d’esame, con la redazione di pochi elaborati.

Tuttavia il percorso non è lineare, molte sono le insidie.

Frequenti sono gli errori in merito alle matematiche, come l’esempio riportato qui sotto.

Non ti fidare pertanto di quello che trovi in giro sulla rete, ma anche sui testi, talvolta i calcoli sono balordi.

Altra problematiche sono le impostazioni progettuali, più legate al mondo accademico compositivo che urbanistico.

IL NOSTRO CORSO

Abbiamo sviluppato un nuovo approccio innovativo verso la progettazione urbanistica,  unico in Italia attraverso tecniche di urbanistica originali e nel solco della tradizione accademica italiana.

SIAMO GLI UNICI IN ITALIA PER L’AUTOREVOLEZZA, PROFESSIONALITÀ, INNOVAZIONE, A  FORNIRE GLI STRUMENTI URBANISTICI PER SVILUPPARE AL MEGLIO IL TEMA DI URBANISTICA.

La sicurezza dei contenuti condivisi dalle commissioni d’esame

I nostri contenuti sono diventati standard progettuali per l’Esame di Stato Architetto

Pertanto possiamo garantire i giusti contenuti per il superamento dell’esame di stato.

Siamo gli unici a farlo.

INIZIA SUBITO IL TUO PERCORSO FORMATIVO

488

Ultimamente l’ Esame di Stato per Architetto è diventato più complesso, le richieste non lasciano spazio all’improvvisazione.

LA TENDENZA

Le commissioni valutano positivamente un organismo architettonico o urbanistico codificato, e solo con l’esecuzione perfetta di ogni singola parte il risultato è garantito. La sedimentazioni di queste buone pratiche progettuali si chiamano standard.

GLI STANDARD 

Uno standard tecnico è una norma o un requisito stabilito per un’attività tecnica ripetibile.

Di solito è un documento formale che stabilisce criteri, metodi, processi e pratiche ingegneristici o tecnici uniformi. Al contrario, un’usanza, una convenzione , un prodotto aziendale, uno standard aziendale e così via che viene generalmente accettato e dominante viene spesso chiamato standard di fatto .

Uno standard tecnico può essere sviluppato privatamente o unilateralmente, ad esempio da una società, un ente di regolamentazione, un esercito, ecc. Gli standard possono anche essere sviluppati da gruppi come i sindacati e le associazioni di categoria. Le organizzazioni di standardizzazione spesso hanno input più diversificati e di solito sviluppano standard volontari: questi potrebbero diventare obbligatori se adottati da un governo (ad es. Attraverso la legislazione ), contratti , ecc.

Il processo di standardizzazione può avvenire per legge o può comportare il consenso formale  di esperti tecnici.

L’Esame di Stato per Architetti si basa o si baserà su tre tipologie di standard:

GLI STANDARD PROGETTUALI

Gli standard progettuali sono modelli di riferimento a cui ci si uniforma, con il tempo diventano archetipi sedenti  nel linguaggio architettonico.

GLI STANDARD TECNOLOGICI

La codificazione tecnologica di centinaia di elementi che compongono l’organismo edilizio., ovvero come si progetta e di disegna una una soletta rampante, una trave rovescia, un plinto, un cordolo, una sezione stradale e centinaia di disegni tecnici, sia nella sua progettazione, sia nella sua coerenza con la normativa,  sia nella sua rappresentazione è argomentazione complessa che difficilmente viene affrontato nel percorso accademico.

GLI STANDARD GRAFICI

L’utilizzo degli standard grafici consente di utilizzare un “unico linguaggio” per gli elaborati progettuali per l’esame di stato permette a tutti gli attori dell’Esame di Stato  di comunicare più facilmente e di ridurre i tempi di risposta e evitare facili incomprensioni. Quindi diventa obbligatorio un buon disegno tecnico.

Il disegno tecnico è una forma di apprendimento visiva tra addetti ai lavori e si occupa di fornire, attraverso i metodi di rappresentazione, dati di misura e di forma utili per la sezione di manufatti fisici di vario genere.

IL NOSTRO CORSO

Il nostro obiettivo è stata la standardizzazione nell’Esame di Stato per Architetti in Italia,  dopo anni di ricerche e condivisione si siamo riusciti.

II nostri contenuti, frutto di ricerche,  sono diventati  standard progettuali  per l’Esame di Stato Architetto e per le commissioni d’esame.

Avrai la  sicurezza dei contenuti condivisi dalle commissioni d’esame.

 

308

GRUPPO DI RICERCA

La nostra didattica è frutto operativo di un gruppo di ricerca multidisciplinare, che ha raggiunto risultati sorprendenti nel giro di pochi anni, molti nostri modelli di architettura e di urbanistica sono diventati standard progettuali.

I cui componenti* sono:

Arch. Michele Giuliani coordinatore 

Arch. Ph. Romina D’Ascanio

Arch. Atie Dibae

Arch. Serena Di Vincenzo

Arch. Letizia Faieta

Arch. Annalisa Maroni

Arch. Mauro Reali

Dott. Leonardo Servadio

*in ordine alfabetico

Inoltre si avvale di consulenze del mondo accademico e di studi professionali internazionali.

Decine di neolaureati ogni giorno operano per verificare e migliorare i nostri modelli.

CAMPO DI RICERCA

Sviluppo di modelli di architettura e urbanistici, tecnologia dell’architettura, pianificazione urbanistica, semplificazione quadro normativo, letteratura giuridica,  modelli didattici innovativi.

QUALITÀ DELLA RICERCA

La nostra qualità nella ricerca è testimoniata dalla stretta collaborazione con la GRAFILL Editoria Tecnica , casa editrice leader in Italia con prodotti innovativi sempre aggiornati con la normativa e le nuove tecnologie. Il rigore scientifico e la qualità degli autori, l’elevata cura estetica della produzione e la grande attenzione agli sviluppi tecnologici hanno negli anni condotto la GRAFILL a ottimi riconoscimenti da parte del pubblico. Inoltre    edita   Lavori Pubblici, periodico mensile di informazione tecnica, e l’omonimo sito LavoriPubblici.it, portale che garantisce un’informazione completa in tempo reale.

Inoltre l’implementazione  di un testo e di diverse piattaforme online sono testimonianza di un’attività scientifica continuamente revisionata

 

DOMUS EUROPA – Centro Studi di Geocultura è iscritta all’ Anagrafe Nazionale delle Ricerche quale società di ricerca scientifica e tecnologica dal 12 Agosto 2015, con il numero identificativo CAR 61927HTF. L’Anagrafe si configura come strumento di supporto alla valutazione di progetti di ricerca e alla programmazione di nuove iniziative e interventi a sostegno della ricerca. Lo strumento è predisposto e coordinato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

 

 

460

Imagineering è un combinazione che unisce le parole “immagine” e “ingegneria”

Nasce come combinazione tra “immaginazione” e “ingegneria” nel 1940 da una società che produceva alluminio negli USA, in seguito la parola fu brevettata dalla Walt Disney.

Il significante Imagineering è l’implementazione di idee creative in forma pratica. ovvero IMMAGINARE L’INGEGNERIA.

In questa vision, nasce la progettazione del nostro materiale didattico.

Siamo riusciti a combinare la bellezza e la semplicità dell’immagine, del disegno con la perfezione tecnologica del manufatto architettonico, visionato e valutato da centinaia di commissioni che si sono succedute nelle varie sedi d’esame di stato per architetto.

Pochi nel mondo nel campo della didattica o della manualistica in architettura  riescono a coniugare l’aspetto estetico e/o formale con la perfezione tecnologica.

348

Quando parliamo di formazione,  il pensiero va ai percorsi scolastici tradizionali.

Quelli in cui abbiamo imparato le tecniche della professione che immaginavamo il nostro futuro.

Chi ci insegna la mentalità per affrontare la più grande epoca dei cambiamenti?

Dove impariamo gestire emozioni e relazioni?

Come forniamo le competenze necessarie a credere in noi stessi?

Perché non esiste, a livello istituzionale, una scuola di leadership progettuale che faccia emergere i nostri talenti?

LA crescita. intesa come evoluzione umana. è nel cuore dei nostri corsi, un percorso formativo che sarà la TUA strada preziosa per realizzarti.

EFFICACIA DI UN CORSO DI FORMAZIONE

corso..formativo

EFFICACIA DI UN PERCORSO DI FORMAZIONE

percorso formativo

 

corsi di alta formazione si rivolgono a laureati e giovani professionisti interessati a completare la loro specializzazione dopo la laurea triennale o magistrale. I ragazzi e ragazze, uomini e donne che frequentano corsi di alta formazione vogliono perfezionare il proprio profilo o crearsi un nuovo ruolo professionale e di carriera, attraverso l’acquisizione di nuove competenze.

 

corsi di alta formazione offrono programmi didattici in grado di fornire infatti una preparazione mirata e specifica pur non essendo dei master universitari o corsi postlaurea, dal momento che spesso sono indirizzati anche a diplomati e disoccupati.

Si tratta di percorsi di alta formazione erogati sia dalle università pubbliche e private che da business school e enti di formazione che possono risultare di interesse anche per manager e imprenditori già di successo ma che ambiscano comunque a una crescita professionale e vogliano puntare su nuove conoscenze e specializzazione

 

367

Ottenuta la laurea in architettura, i neo-laureati si trovano di fronte ad una scelta importante: proseguire gli studi con una formazione post laurea o entrare nel mondo del lavoro.

A volte, questa scelta è dettata dall’incapacità dell’offerta formativa universitaria  di preparare gli studenti al mondo del lavoro.

Tuttavia l’università non ha l’obbligo di fornire una formazione professionale, pena  la perdita di una coscienza critica che penalizza la capacità di adattarsi alla mutevolezza sempre più veloce del mondo del lavoro.

Anche se la nuova riforma universitaria sta cercando di colmare questa lacuna, introducendo corsi di laurea sempre più mirati e settoriali.

Nonostante questo, sempre più studenti di Architettura decidono di far ricorso ad una formazione post laurea, a volte già dopo la laurea di primo livello.

Per chi decide di proseguire gli studi, l’università offre numerose opportunità attraverso quattro grandi categorie di corsi post laurea:

  • corsi di perfezionamento
  • scuole specializzazione
  • dottorato di ricerca
  • master

La formazione post laurea non è quindi affidata solamente alle università, in quanto, in molti casi, l’offerta formativa è promossa in collaborazione con altri enti ed istituzioni, come per i corsi di perfezionamento o per i master, con l’obiettivo di agevolare il percorso dello studente verso il mondo del lavoro.

Altre categorie di corsi post laurea invece, come le scuole di specializzazione e i dottorati di ricerca sono esclusivamente rivolti ai dottori magistrali e mirano a fornire una formazione superiore per l’inserimento in particolari settori professionali o per la realizzazione di una carriera universitaria scientifica o di ricerca.

È importante quindi avere bene in mente che carriera professionale  si vorrà intraprendere dopo la formazione post laurea.

Molto spesso gli studenti incorrono nell’ errore di iscriversi ad un corso post laurea solo per prendere tempo o per curiosità; eliminando di fatto l’utilità della formazione post laurea nel momento in cui si dedicheranno a settori professionali diversi.

Per coloro che scelgono un corso di formazione post laurea come viatico per inserirsi più facilmente nel mondo del lavoro è consigliabile optare per un corso che preveda un periodo di stage presso un ente o un istituto individuato dal comitato scientifico del corso stesso.

Inoltre il  titolo di “dottore” (in agraria, architettura, ingegneria, medicina veterinaria, tanto per citarne alcuni)  conseguito attraverso l’espletamento di un Corso di laurea presso una Università dello Stato , è condizione necessaria ma non sufficiente per esercitare una libera professione.

Infatti per l’esercizio di quelle professioni che rivestono un rilevante interesse tecnico scientifico e sociale è necessario ottenere, on aggiunta al titolo suddetto di Dottore, un giudizio di “idoneità professionale”.

Pertanto occorre sostenere un Esame di Stato.

Il nostro corso Esame di Stato è UNICO, è un percorso di ALTA FORMAZIONE  perché permette di superare velocemente il gap tra il mondo universitario e il mondo della professione di architetto, non è solo finalizzato al superamento dell’esame di stato, ma ti permetterà notevolmente di migliorare le tue performance nell’inserimento del mondo del lavoro.

493
Siamo gli autori di uno dei manuali più letti d’Italia.

Edito dalla Grafill Editoria Tecnica, il  testo è stato pensato e progettato come strumento per la redazione “del progetto”; un percorso metodologico per leggere, affrontare e risolvere i problemi che il progetto urbanistico e architettonico implicano. Il manuale divide l’esperienza progettuale in soluzioni, dove oltre la lettura strategica, viene affrontato il piano tattico progettuale.

Questa seconda edizione del manuale presenta un nuovo, articolato e puntuale approccio ai sistemi della progettazione e della pianificazione. Il volume, revisionato e strutturato, rappresenta una sequenza metodologica e organizzativa dei processi tecnico-creativo. Esso intende proporre sistemi e strumenti risolutivi dei problemi che il progetto urbanistico e architettonico implicano.

Il corredo iconografico è stato arricchito non solo di spunti progettuali ma di dettagli tecnologici, allo stesso modo sono stati potenziati i riferimenti normativi e procedurali.

Il manuale divide l’esperienza progettuale in soluzioni, dove oltre la lettura strategica, viene affrontato il piano tattico progettuale.

Pertanto la pubblicazione è articolata in fasi:

– il disegno tecnico e a mano libera;

– la normativa;

– le matematiche di progetto;

– le tipologie e le loro relazione con la morfologia urbana;

– il progetto urbanistico;

– il progetto architettonico;

– le tecnologie edilizie e urbane.

La risoluzione di ogni problema è affrontata in due sessioni, una teorica e una illustrativa:

– la prima consiste nel preparare gli strumenti necessari per approcciare il problema, per familiarizzare con la terminologia specialistica, entrare al meglio nello spirito della disciplina dell’urbanistica e dell’architettura, stimolare la ricerca del materiale, acquisire una più agevole lettura;

– la seconda, costituita da tavole-icone, si configura come una serie di mappe esplicative da cui attingere elementi teorici, normativi, progettuali, tecnici e pratici.

Tali mappe risultano, quindi, utili per lo studente di architettura per affrontare l’esperienza universitaria, per il neolaureato per affrontare la prova d’esame di Stato dell’architetto o per affrontare l’entratura all’esercizio professionale, ma anche per l’architetto che deve sempre reinventarsi.

405
Avvertenze: diffidate, dalle imitazioni, dalle improvvisazioni, da sapientoni e offerte a basso costo

328

esame di stato architettura

La preparazione per l’esame di stato di architettura proposta, è sempre individuale e dedicata, “ad personam” per colmare  individualmente le lacune.

Non un corso ma un PERCORSO, dove a differenza di un corso tradizionale non ha un momento di flessione delle conoscenze dopo averlo conseguito, ma offre un metodo che ti servirà per la professione di architetto.

UN PERCORSO DI CRESCITA PROFESSIONALE

 

EFFICACIA DI UN CORSO DI FORMAZIONE

corso..formativo

 

EFFICACIA DI UN PERCORSO DI FORMAZIONE

percorso formativo

 

_

350
“Complicare è facile, semplificare é difficile. Per complicare basta aggiungere, tutto quello che si vuole: colori, forme, azioni, decorazioni, personaggi, ambienti pieni di cose. Tutti sono capaci di complicare.
Pochi sono capaci di semplificare”
Bruno Munari
Il motivo del corso più economico d’Italia, senza togliere nulla alla qualità.

403

Il corso non ha una durata specifica, ma è programmato secondo le esigenze di ogni allievo in modo da poter raggiungere l’obiettivo desiderato.

328

La formazione individuale è ideale per tutti coloro hanno necessità di raggiungere degli obiettivi molto specifici.

282

Uno dei corsi più avanzati e professionali d’Italia.

Un corso innovativo e qualificante.

Il corso fornisce conoscenze teoriche e metodologiche dei processi alla base del pensiero creativo, che troveranno applicazione specifica nel focus “Esame di Stato per l’abilitazione di Architetto”.

Investiamo la quasi totalità nelle nostre risorse nella Ricerca e Sviluppo.

 

Vincent-BannerVincent Mahé

439

I nostri corsi non hanno una durata prestabilita o un numero di ore minime o massime, il percorso sarà impostato con lo studente in base alla sede e alla sessione d’esame scelti, la tipologia di traccia da svolgere e le necessità di ciascuno.

Il corso potrà ritenersi concluso solo a superamento dell’esame.

3686

Purtroppo la crisi Italiana si è rivelata sistemica, è dalla capanna di Marc-Antoine Laugier  che la figura dell’architetto non vive una crisi cosi nera, ben poche  occasioni  sono disponibili, pertanto occorre ottimizzare  i tempi di preparazione post universitaria  e finalizzarla verso le richieste del mercato del lavoro.

I corsi esamearchitetto.me  sono finalizzati per il superamento dell’Esame di Stato, tuttavia diventano INDISPENSABILI per la professione di Architetto.

Durante il corso verranno sviluppati i seguenti punti, utili per la professione di architetto:

 

1.0 Il Sistema Edilizio

2.0 Il Processo edilizio

3.0 Tipologia degli interventi

– Lavori di manutenzione ordinaria

– Lavori di manutenzione straordinaria

– Nuova costruzione

– Ristrutturazione

– Restauro-Recupero

 4.0 Strumenti attuativi

– Le Attività libere

– Segnalazione Certificata Inizio Attività

– Permesso di costruire

5.0 La  Committenza Privata

– Approccio professionale

– Il contratto e i compensi

– Fasi progettuali

a- L’idea preliminare

b- La formalizzazione definitiva per ottenimento dei pareri

c- Il progetto esecutivo

d- La direzione dei  lavori

e- La chiusura lavori

6.0 La  Committenza Pubblica

– Elementi di diritto amministrativo

– Il programma triennale delle OO.PP.

– La figura del R.U.P.

– il documento preliminare all’avvio della progettazione

– Modalità d’incarico

– La redazione della parcella professionale

 

6.0 La  Committenza Ecclesiastica

7.0 L’iter del progetto pubblico

– Progetto di Fattibilità

– Progetto Definitivo

– Progetto Esecutivo

– La Direzione lavori e la loro contabilizzazione

– Il Collaudo Amministrativo

 

8.0 Il Coordinamento del progetto

– Architettura e progetto delle strutture

– Architettura e progetto degli impianti

– La progettazione antincendio

 

9.0 La stima del progetto per il Committente Privato

– Metodi di stima speditiva

 

10.0 La stima del progetto per il Committente Pubblico

11.0   percorso progettuale

– Prime procedure per l’ottenimento

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi